giovedì 29 maggio 2014

Insalata di polpo e patate

Arriva la stagione estiva e anche sul blog iniziamo a prediligere le ricette fresche e veloci.


























Ingredienti:

  • polpo
  • patate
  • sedano
  • sale olio qb
Io ho avuto la fortuna di imbattermi in una confezione da 250gr di polpo già precotto e tagliato.
Se voi non aveste la mia stessa fortuna potrete comprare un polpo in pescheria e farlo cuocere in acqua bollente per almeno 30/40 min (poi dipende dalle dimensioni) ed una volta freddo potrete tagliarlo.
Io ho scongelato il polpo e l'ho ripassato in padella per farlo asciugare del tutto, e nel frattempo ho messo un paio di patate tagliate a cubetti a lessare e poi ho lasciato raffreddare.
In una ciotola assemblare le patate con il polpo.. tagliare il sedano (possibilmente la parte tenera), io non ce l'avevo e l'ho sostituito con la lattuga. Il sedano è proprio perfetto per questo piatto, ma anche la lattuga stava bene.
Condire con dell'olio a crudo e facoltativamente con del succo di limone.

lunedì 26 maggio 2014

Madame et monsieur ecco a voi la Parigina!!

Per un piatto speciale occorre una presentazione speciale. E badate bene che non si tratta di un piatto complesso o elaborato, tutt'altro.. è speciale perchè è buono.
La parigina infatti, come dice Antonia nel suo blog fantastico, è una delle tipiche ricette da rosticceria di strada, molto presente a Napoli. E' una sorta di pizza, ma ancora più carica e gustosa, inoltre si prepara in un baleno ed è meravigliosamente buona.


Io prendo in prestito la spiegazione di Paoletta, altra blogger da me amata e che si è rifatta a sua volta alla spiegazione di Antonia:

  • pasta sfoglia preparata
  • pasta per pizza (PAOLETTA DICEmezza dose della mia pizza senza impasto, usando 125 gr di acqua) io ho usata quella pronta
  • 400gr di pelati
  • 150 gr prosciutto cotto
  • 300 gr provola asciutta
  • olio, sale, pepe
In una teglia oliata stendere la pasta per pizza (PAOLETTA DICE: l'ho stesa e lasciata coperta da un panno umido a lievitare nel frattempo che il forno raggiungeva la temperatura).
Coprire con una parte di pelati spezzettati (sgocciolati e appena frullati) e conditi con olio, sale e pepe, lasciandone un pò da parte.
Continuare facendo uno strato di fette di prosciutto e uno di provola, distribuire il resto del sugo e coprire con la sfoglia già bucherellata.
Spennellare con tuorlo e in forno a 180/200° per circa 30', se cuoce troppo sopra coprire con un foglio di alluminio e terminare la cottura.
(PAOLETTA DICE: Nel mio forno ho cotto a 220° per circa 35 minuti).


domenica 25 maggio 2014

Insalata di finocchi, speck e pistacchi

Si tratta di un'insalata molto molto veloce da fare, e allo stesso tempo saporita e soprendente.


Bisogna tagliare i finocchi a striscioline, in una padella far croccantizzare le fette di speck che poi vanno sminuzzate e aggiunte ai finocchi.
Aggiungere poi i pistacchi e condire il tutto con olio e un pò di limone. ASSOLUTAMENTE NIENTE SALE! 


Pasta con prosciutto e carote al curry

Partiamo da questo presupposto: io prima di assaggiare questa ricetta non solo non avevo mai mangiato una pasta con le carote, ma non pensavo neanche che fosse minimamente pensabile una ricetta con questi due ingredienti.
Era un mio limite lo so, ma da quando ho assaggiato questa pasta per la prima volta (ossia luglio 2012) me ne sono innamorata e l'ho rifatta tante volte. A dire la verità la prima volta la mangiai con carote e pancetta.. sicuramente più saporita, ma io poi l'ho rivisitata in chiave delicata/speziata sostituendo la pancetta col prosciutto, e aggiungendo uno o due cucchiaini di curry,
Una meraviglia.



Per due persone;
  • 3 carote
  • 100gr di prosciutto a dadini
  • 2 cucchiaini di curry
  • cipolla, aglio, olio, sale qb
  • 200 gr di spaghetti
Mettere in una pentola l'acqua della pasta e nel frattempo occuparsi del condimento.
Sbucciare le carote e tagliarle a rondelline o in qualsiasi altro modo vi aggrada, considerando che più sono tagliate in modo piccolo più cuoceranno velocemente.
In una padella far soffriggere un pò di cipolla tagliata sottilmente e uno spicchio d'aglio, poi le carote e aggiungendo un pò di sale far cuocere col coperchio fin quando non saranno morbide.
Di tanto in tanto giratele e se non dovessero rilasciare da sole un pò di sughetto aiutare la cottura aggiungendo un pò d'acqua. Una volta cotte assicuratevi che stiano in un ambiente umido e che ci sia un pò di sughetto in cui diluire un cucchiaino di curry. Ovviamente le dosi possono aumentare o diminuire in base ai vostri gusti.
Aggiungere infine il prosciutto cotto e a fuoco dolce lasciar insaporire.
Quando l'acqua bolle salate moderatamente e buttate la pasta, e quando anche questa sarà cotta aggiungetela al sugo e mescolate bene tutto.
Servire a piacere con del parmigiano o del pecorino.

Frittata di ricotta con ortica e borragine

Abbiamo la fortuna, giù a casa mia, di avere un orticello in cui molti ortaggi nascono spontaneamente.
Io non so distinguere le erbette selvatiche, ma mia madre e mia nonna invece sono bravissime, così, hanno individuato una modesta quantità di ortiche e borragine e hanno messo in moto la fantasia per cercare un modo in cui cucinarle..
Le ortiche a me piacciono molto con la polenta.
Si lo so che è insolito per una meridionale apprezzare un piatto palesemente del nord, eppure non solo la apprezzo, ma mi diverto anche molto ad assaggiarla e a prepararla con vari condimenti.

Tornando alle verdure selvatiche, le ortiche quindi più o meno le riconosco, anche per la loro simpatica particolarità che è quella di far venire un fastidioso PRURITO!
La borragine invece non sapevo proprio cosa fosse, ma mi ha molto colpita per i bellissimi fiorellini blu che produce.



Ingredienti:
  • 100 gr borragine
  • 100 gr ortica
  • 3/4 uova
  • 150gr di ricotta
  • parmigiano
Lavare, pulire e lessare le verdure. Lasciarle raffreddare, poi tritarle e mescolarle assieme alla ricotta.
In un piatto sbattere le uova, aggiungere un pò di sale, pepe e un paio di cucchiai di parmigiano.
Aggiungere poi la ricotta e le verdure alle uova e mescolare molto bene in modo che tutto sia ben amalgamato.
Procurarsi una padella antiaderente e far scaldare un goccio d'olio.
Versare all'interno tutto il composto aiutandosi magari con un mestolo o un cucchiaio di legno per distribuire omogeneamente il tutto sulla padella.
Coprire con un coperchio per un paio di minuti o comunque fin quando non si sarà formata la crosticina sotto. Per girarla io mi aiuto col coperchio piatto.. tengo il coperchio dal manico e faccio scivolare la frittata in modo che la parte di sotto (quella che era stata a contatto col fondo della pentola) vada a finire sul coperchio. Dopodichè giro la padella e la metto sul coperchio in modo che poi rigirando il tutto la frittata cuocia anche dall'altra parte.
Altri due o tre minuti di cottura e la frittata è pronta.
Io ho guarnito con qualche fiore di borragine.

domenica 4 maggio 2014

La torta di mele più buona del mondo.

Lo dico senza presunzione.. questa è la torta di mele più buona che io abbia mai fatto.
Non eccessivamente dolce, soffice ed umida.. uno splendore.
E' vero, a questa torta sono particolarmente legata perchè è quella che mi ha avvicinato alla cucina ed è in generale la prima cosa che io abbia cucinato, ma ciò non deve togliere assolutamente i meriti a questo dolce.
E' la torta che mia madre fa più spesso e la fa da anni, tanto che i miei ricordi sono tutti di quando ero piccola.
Ricordo infatti quando entravo in cucina e trovavo mia mamma pronta ed io mi piazzavo su una sedia e la guardavo, sempre con immensa curiosità e sommergendola di domande.
Penso che la mia passione per la cucina sia nata proprio in quei momenti, guardando mia mamma che con precisione maniacale preparava tutto e ogni volta faceva perfettamente le stesse cose.
Ho iniziato a rivendicare col tempo la possibilità di mettere mano al frullatore e pian piano mia mamma, iniziando a fidarsi di me, ha cominciato a darmi dei compiti.
Prima il massimo che mi spettava era pesare gli ingredienti, poi di reggere il frullatore a mamma mentre lei foderava la teglia.. poi, le mansioni sono aumentate sempre di più ed ora mi trovo a farla, ovviamente, tutta da sola.
E non solo, la torta.. se è possibile l'allieva ha superato la maestra :P




 La ricetta è semplicissima, occorrono:

  • 200gr di farina
  • 200gr di zucchero
  • 4 uova
  • 200gr di margarina
  • la buccia grattuggiata di un limone
  • 2 mele
  • 2 cucchiaini di marmellata di albicocche
  • 1 bustina di lievito per dolci

venerdì 2 maggio 2014

Salmone in crosta, al forno

Come al solito ecco un'altra ricetta semplice e gustosa a base di salmone.



Ingredienti:

  • 1 trancio di salmone alto almeno 3 dita
  • pangrattato qb
  • formaggio qb
  • prezzemolo, sale, pepe qb
  • pistacchi e mandorle (facoltativo) qb

Carciofi ripieni e fritti

Riemergo dalla mia latitanza Pasquale, facendo gli auguri in ritardo a tutte le persone che leggeranno questo post.
Durante queste vacanze la pancia ha goduto come non mai e quindi bando alle ciance, ed ecco una delle tante ricette che mi hanno accompagnato in questa settimana di fuoco a casa.

La ricetta è di una semplicità disarmante, e forse è proprio questo che la rende eccezionale.



Ingredienti:
  • carciofi
  • uova qb
  • pangrattato qb
  • prezzemolo qb
  • parmigiano qb
  • olio di semi per friggere